Radio

SoftAir NEWS

Regolamento Manifestazioni a PATTUGLIA RICOGNITIVA 01/07/2010

Andare in basso

Regolamento Manifestazioni a PATTUGLIA RICOGNITIVA 01/07/2010

Messaggio  Re Artù il Sab Lug 31, 2010 9:40 am

RAGAZZI QUESTO E' IL NUOVO REGOLAMENTO PER LA PATTUGLIA RICOGNITIVA, PER ESSERE PIU' PRECISO E' IL REGOLAMENTO CON GLI AGGIORNAMENTI EVIDENZIATI IN ROSSO


BUONA LETTURA A TUTTI


Ultima modifica di Re Artù il Ven Ott 01, 2010 4:43 pm, modificato 1 volta
avatar
Re Artù

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 03.01.10
Età : 56
Località : Latina

http://www.camelot-latina.com

Torna in alto Andare in basso

PRINCIPI GENERALI

Messaggio  Re Artù il Sab Lug 31, 2010 9:46 am

TITOLO I ° - PRINCIPI
Art. 1 : Principi Generali
lett. a. Il softair è un gioco basato sulla fiducia e sulla reciproca correttezza dei giocatori membri le pattuglie.
Mancando queste massime fondamentali si viene meno allo spirito stesso del gioco. In nessun caso il giocatore potrà far
valere le sue ragioni con l’uso della forza o con atteggiamenti non improntati all’amicizia e al rispetto del prossimo.
lett. b. : Questo gioco è una simulazione non violenta di un’azione tattica. Ogni contatto fisico è proibito e sarà punito
con l’immediato allontanamento dell’atleta dall’area operativa di gioco (denominata di seguito AO), con provvedimenti
disciplinari comminati dal competente organo di giustizia sportiva.
lett. c. : “Area Operativa”: si intende una porzione di terreno segnalato dall’organizzazione, sulla carta topografica
consegnata alle pattuglie partecipanti. Nel caso l'AO non sia evidenziata, sarà presa in considerazione tutta la porzione
di terreno rappresentata sulla carta topografica.
Non è permessa l’uscita dall’AO alle pattuglie Incursori per tutta la durata della manifestazione, pena la squalifica.
Eventuali porzioni di terreno ritenute pericolose dovranno essere obbligatoriamente segnalate sulla carta topografica e,
se non interdette al passaggio o al gioco, non potranno per motivi di sicurezza essere presidiate da pattuglie di
Controinterdizione.
lett. d. : “Area Temporale”: si intende la porzione di tempo in cui l’Obj è attivo e ingaggiabile dalle pattuglie di
Incursori L’Area temporale di un Obj potrà essere attiva per tutta la durata della manifestazione o solo per una parte di
essa. Gli organizzatori hanno l’obbligo di indicare nell’Opord quali degli Obj presenti nell’AO non sono attivi per tutta
la durata della manifestazione, per dare modo alle pattuglie Incursori di pianificare l’attacco, nei giusti tempi
lett. e. : “Punto di Fuoco” : si intende il punto da cui un operatore ingaggia un avversario
lett. f. : “Ingaggio Valido” : equivalente di uno scontro a fuoco ma con repliche di armi ad aria compressa, dove
almeno un (1) operatore dell’ Interdizione o della Controinterdizione è rimasto colpito
lett. g. : “Area Obbiettivo” è uno spazio al cui interno si muovono liberamente i Difensori di Postazione, partendo dal
centro dell’ Obj con un raggio di trenta (30) mt. Il raggio calcolato è da non intendersi in linea d’ aria ma sul terreno
lett. h. : “Zona di Rispetto” : spazio compreso tra l’ Area Obj ed un’altra circonferenza più ampia, che ha come raggio
130m, misurata dal centro dell’Obj. La “Zona di Rispetto”, è interdetta alle pattuglie di Controinterdizione, salvo eventi
particolari, menzionati nell’Art. 9.4 lett. e. Esternamente alla circonferenza di 130m., la Controinterdizione può
muoversi liberamente. Il raggio calcolato è da non intendersi in linea d’aria ma sul terreno.
lett. i:. “Bivacco” : è considerato bivacco una sosta prolungata, sia essa diurna o notturna di due o più operatori.

lett. j. : “Ora Ufficiale della Manifestazione” : per il corretto svolgimento delle manifestazioni sarà utilizzata come
ora ufficiale di gara l’ora solare UTC+1 dalla fine di ottobre alla fine di marzo e l’ora legale UTC+2 dalla fine di marzo
alla fine di ottobre.
TITOLO II ° - TIPOLOGIA
Art. 2 : Pattuglia ricognitiva
La Pattuglia Ricognitiva raccoglie informazioni tramite osservazione. Agisce furtivamente in aree controllate da forze
avversarie preponderanti evitando il combattimento tranne che per autodifesa e per colpire Obj necessari al compimento
della missione assegnata. In questo tipo di manifestazioni le pattuglie s’infiltrano nell’AO nelle modalità più opportune
ed eque scelte dall’organizzazione. Il tempo di missione deve essere uguale per tutti e la navigazione all’interno
dell’AO libera. Non vi sono finestre prestabilite, salvo particolari situazioni eventualmente descritte dall’organizzazione
nell’Opord, l'ingaggio sugli Obj viene regolato tramite la richiesta della Finestra d’Attacco, nelle aree temporali attive
indicate dall’organizzazione nell’Opord.
TITOLO III ° - COMPOSIZIONE DELLE SQUADRE PARTECIPANTI ALLA MANIFESTAZIONE
Art. 3 : Composizione delle pattuglie d’Interdizione
Le pattuglie per partecipare e iniziare una manifestazione potranno essere composte di un massimo d’otto (Cool giocatori,
fino ad arrivare ad un minimo di quattro (4) giocatori. La pattuglia una volta, iniziata la competizione, dovesse avere dei
ritiri dovuti ad infortuni od altro, non potrà scendere sotto il numero minimo di quattro (4) giocatori e si dovrà ritirare.
Art. 3.1 : Composizione dei Difensori di Postazioni sugli Obj.
Sugli Obj. A-D-E-F presenti nell’AO, in cui sia previsto l’impiego a sua protezione dei Difensori di Postazione,
l’organizzazione non potrà superare il numerico di quattro (4) operatori muniti di asg e pronti ad ingaggiare.
Art. 3.2 : Composizione della Controinterdizione nelle pattuglie
Le pattuglie di Controinterdizione possono essere composte di un numero indefinito d’operatori e possono disporre e
muoversi con mezzi fuoristrada sia internamente all’AO sia esternamente secondo le esigenze organizzative. Non è
permesso l’ingaggio “a” e “da” mezzi motorizzati se non esplicitamente previsto e regolamentato nelle modalità di
funzionamento dall’organizzazione della manifestazione.
lett. a. : Tutti i mezzi fuoristrada usati dalla Controinterdizione dovranno essere segnalati tramite l’apposizione di un
dispositivo ottico distintivo posto sugli sportelli anteriori dx e sx ed eventualmente sul cofano. Il dispositivo scelto per
l’identificazione dei mezzi della Controinterdizione dovrà essere riportato sull’Opord.
avatar
Re Artù

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 03.01.10
Età : 56
Località : Latina

http://www.camelot-latina.com

Torna in alto Andare in basso

NORME DEL REGOLAMENTO

Messaggio  Re Artù il Sab Lug 31, 2010 10:08 am

TITOLO IV ° NORME DEL REGOLAMENTO
Art. 4 : Regolamento Pattuglia Ricognitiva
lett. a. : Le pattuglie di Incursori dovranno compiere una missione con vari coefficienti di difficoltà.
lett. b. : Il punto di partenza, denominato “Infiltrazione” sarà “scelto” o indicato come “libero” dall’organizzazione,
lungo i margini dell’AO o in una porzione di essa e comunicato nell’ Opord.
lett. c. : Le modalità, il punto e l’orario massimo di esfiltrazione saranno indicati dall’organizzazione sull’Opord. Sarà
indicato altresì l’orario minimo d’esfiltrazione per rendere valida la gara.
lett. d. : L’esfiltrazione per ritenersi valida dovrà essere portata a termine con la pattuglia partecipante alla
manifestazione al completo (tolti gli eventuali operatori ritirati).
lett. e. : La mancata esfiltrazione comporterà la squalifica della pattuglia di Incursori dalla manifestazione.
lett. f. : La pattuglia deve esfiltrare con tutto il materiale al seguito con cui si è infiltrata, è vietato alleggerirsi
abbandonando nell’ AO qualsiasi tipo di materiale, che poi sarà recuperato dopo l’ esfiltrazione, se ciò dovesse avvenire
si procederà direttamente alla squalifica.
lett. g. : E’ vietato lasciare antecedentemente alla manifestazione qualsiasi tipo di materiale nell’ AO, che verrà usato,
durante lo svolgimento della missione, se ciò dovesse avvenire si procederà direttamente alla squalifica.

lett. h. : I rifiuti non dovranno essere abbandonati nell’AO da nessun operatore, ma portati al seguito, questo come
segno di civiltà, rispetto dell’ambiente e per motivi tattici, se ciò dovesse avvenire si procederà direttamente alla
squalifica.
lett. i. : Nessun aiuto esterno potrà essere dato alle pattuglie partecipanti se non è previsto dall’organizzazione
nell’Opord, pena la squalifica della pattuglia.
lett. j. : Dopo l’ infiltrazione, durante lo svolgimento della missione, le pattuglie di Incursori non potranno aiutarsi tra
loro o passarsi informazioni, se ciò dovesse avvenire si procederà direttamente alla squalifica delle pattuglie.

Art. 4.1 : Strutture e installazioni
lett. a. : Se non già presenti sul terreno sotto forma di edifici o simili, tutte le strutture artificiali non dovranno avere più
di tre (3) lati chiusi.
lett. b. : Nelle strutture artificiali costruite dall’ Organizzazione, il lato aperto dovrà avere un’ apertura uguale al lato
maggiore chiuso.
lett. c. : Nelle scenografie utilizzate, siano esse strutture murarie esistenti o artificiali costruite appositamente, non
devono esistere piccole aperture, crepe o pertugi che possano essere utilizzate come punti di fuoco. L’ organizzazione
farà in modo di segnalare con fettuccia bianco/rossa i punti di fuoco non validi.

Art. 4.2: “Finestra d’Attacco”: si intende la porzione di tempo in cui la pattuglia di incursori dovrà conquistare un
Obj.:
- Può avere o un orario d’apertura e uno di chiusura o solamente un orario di chiusura.
- Può essere “assegnata” direttamente sull’Opord, oppure “richiesta” direttamente dalle pattuglie Incursori
durante la fase di gioco.
- Il tempo d’apertura/chiusura va da un minimo di cinque (5) minuti ad un massimo di quindici (15) minuti, ma
potrà anche variare, se l’Organizzazione della Manifestazione lo riterrà opportuno, facendone specifica
nell’Opord consegnato alle pattuglie partecipanti.
Art. 4.3 : Richiesta e Validità della “Finestra di Attacco”
lett. a. : La richiesta dovrà essere fatta direttamente ad un responsabile dell’organizzazione, le sue modalità saranno
decise dall’organizzazione e dovranno essere indicate nell’ Opord inviato alle squadre partecipanti
lett. b. : Per essere valida, deve essere richiesta in maniera che l' intera Finestra ( apertura e chiusura ) ricada nella
”Area Temporale” attiva dell’Obj.
Art. 4.4 : Penalità del “Fuori Finestra”
lett. a. : L’ assegnazione della penalità del Fuori Finestra assegnerà alla pattuglia di Incursori il punteggio dell’ Obj al
negativo e l’ attacco su di esso non potrà essere ripetuto Art. 12 lett. a.
lett. b. : L’attacco di un Obj senza la richiesta della Finestra di Attacco, farà assegnare alla pattuglia di Incursori la
penalità del Fuori Finestra
lett. c. : Lo scadere della Finestra senza che sia avvenuto un ingaggio, farà assegnare alla pattuglia di Incursori la
penalità del Fuori Finestra
lett. d. : L’ingaggio positivo, all’interno della Zona di Rispetto, da parte dei Difensori di Postazione senza che la
pattuglia di Incursori abbia in atto una Finestra d’ Attacco validamente aperta sull’ Obj., farà assegnare, la penalità del
Fuori Finestra
lett. e. : L’ingaggio positivo, all’interno della Zona di Rispetto, da parte della Controinterdizione, senza che la pattuglia
di Incursori abbia in atto una Finestra d’ Attacco validamente aperta sull’ Obj., farà assegnare, la penalità del Fuori
Finestra

lett. f. : L’ ingaggio di una pattuglia Incursori ad un Obj di tipo A – D – F e dove previsto dall’ Opord, per gli Obi E,
con meno di tre (3) operatori, farà assegnare la penalità del Fuori Finestra.Art. 4.5 : Tipologia e identificazione degli Obiettivi
lett. a. : Sono identificati 6 tipologie di Obj diversi classificati come :
- Obj. Tipo A Obbiettivo di rilevante importanza strategica.
- Obj. Tipo B Way Point (WP) informazioni da recuperare nelle modalità indicate dall’organizzazione nell’Opord.
- Obj. Tipo C Obbiettivo da ricognire.
- Obj. Tipo D Obbiettivo in movimento rappresentato da veicolo a motore o altro.
- Obj. Tipo E Oggetto da recuperare, depositare o azione da compiere.
- Obj. Tipo F Obbiettivo a scomparsa da sabotare.
E’ da tenere presente che se l’organizzazione lo ritiene opportuno si potranno inserire degli Obj che racchiuderanno in
se stessi più tipologie. Es. Ci potrà essere un Obj che sarà Tipo A e D oppure un Obj A e E
lett. b. : Obj Tipo A : Obj di rilevante importanza strategica per l’avversario, con richiesta di Finestra di Attacco,
questo tipo di bersaglio è da ritenersi conquistato, dopo la totale eliminazione dei Difensori di Postazione.
lett. c. : Obj Tipo B: Palo infisso nel terreno o strutture presenti in AO, utilizzate dall’organizzazione per l’affissione
di cartelli con sigle alfanumeriche o informazioni, fini e se stesse, da trascrivere nel Modulo Recon e riconsegnare a fine
missione.

Se previsti durante le ore notturne dovranno essere illuminati da una cylume il cui funzionamento dovrà
essere verificato costantemente dall’organizzazione.
lett. d. : Obj Tipo C : Obj da ricognire generalmente da lontano tramite uso di binocoli o altro, dovranno essere
posizionati in zone di terreno idonee con ampia visibilità intorno ad essi .
Tipo C1 bersagli perimetrali: formati da cartelli posizionati lungo il perimetro dell’Obj in posizione a
discrezione dell’organizzazione. Massimo quattro (4) bersagli per Obj di grandezza adeguata alla distanza da
cui devono essere ricogniti. Le pattuglie dovranno annotarsi nel “Modulo Recon” quanto riportato sopra i
bersagli.
Tipo C2 Report a seguito d’acquisizione: è una richiesta di descrizione dettagliata dell’Obj da ricognire.
Dovrà essere riportata nel modulo fornito dall’organizzazione. Specifiche: punto d’osservazione –
orientamento – tipologia – dislocazione planimetrica – coordinate – difensori in postazione – altre valutazioni
tecniche tattiche, che gli incursori riterranno importanti.
Tipo C3: combinazione delle due modalità C1+C2.
lett. e. : Obj Tipo D : Obj in movimento rappresentato da un fuoristrada o da altro mezzo. Potrà avere a bordo massimo
n° quattro (4) difensori. Sarà compito dell’organizzazione specificare nell’Opord le caratteristiche dell’Obj per la sua
individuazione e le modalità con cui le pattuglie di Incursori potranno acquisirne il punteggio.
lett. f. : Obj Tipo E: L’organizzazione può prevedere che le pattuglie di Incursori debbano recuperare, depositare un
oggetto o compiere una determinata operazione in un certo punto dell’AO senza che:
- I Difensori di Postazione o la Controinterdizione si accorga della loro presenza,
- Dopo l’eliminazione dei Difensori di Postazione o della Controinterdizione.
Penalità e modalità di prelevamento o di deposito dell’oggetto e numero degli Operatori necessari all’ Interdizione per
compiere l’ azione, dovrà essere indicato e specificato nell’Opord.
lett. g. : Obj Tipo F : Obj denominato a Scomparsa di rilevante importanza strategica per l’avversario con richiesta di
Finestra di Attacco. Le modalità di conquista saranno indicate nell’Opord, quando una pattuglia d’Incursori riesce nel
suo sabotaggio, l’Obj sarà tolto dall’AO e non sarà più attaccabile dalle altre pattuglie di Incursori in gioco.
E’ consigliato non usare questa tipologia, durante tappe di Campionato, ma eventualmente solo in Finali Nazionali.
Art. 4.6 : Ubicazione degli Obiettivi
lett. a. : Sarà a discrezione dell’organizzazione comunicare nell’Opord l’ubicazione parziale o totale di qualsiasi Obj
tramite coordinata o tramite identificazione di un settore nell’AO. L’ identificazione dell’ubicazione degli Obj presenti
nell’AO, ma non segnalati nell’Opord potrà essere compiuta durante la gara dalle pattuglie partecipanti, tramite
un’azione ricognitiva eseguita liberamente, nella maniera ritenuta più efficace o suggerita nell’Opord se
l’organizzazione ha delle priorità d’esecuzione.
Art. 4.7 : Durata della manifestazione
lett. a. : Il gioco è articolato sullo svolgimento di una missione per una durata variabile e stabilita di volta in volta
dall’organizzazione a secondo delle caratteristiche del terreno e della lunghezza del percorso, ma non dovrà essere
comunque inferiore alle quattro (4) ore e superiore alle quarantadue (42) ore complessive
lett. b. : L’inizio e la fine della manifestazione agonistica dovrà essere indicato sull’Opord. Allo scadere del tempo di
missione devono essere interrotte tutte le attività di gioco. Le pattuglie ancora nell’AO devono in ogni caso raggiungere
l’esfiltrazione per rendere valida la gara.
lett. c. : Il tempo di “Fine missione” sarà preso all’ arrivo dell’ ultimo operatore della pattuglia di Incursori all’
esfiltrazione, se il tempo impiegato è in eccesso a quanto stabilito dall’ Organizzazione saranno attribuiti alla Pattuglia
punti negativi Art. 12 lett. p.
avatar
Re Artù

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 03.01.10
Età : 56
Località : Latina

http://www.camelot-latina.com

Torna in alto Andare in basso

TITOLO V ° ATTREZZATURE DEGLI ATLETI

Messaggio  Re Artù il Sab Lug 31, 2010 11:14 am

lett. a. : Durante ogni fase di gioco è consentito ai giocatori avere al seguito due (2) repliche di armi ad aria compressa
(asg), di cui solo una potrà possedere la caratteristica di funzionamento a ripetizione, sono ammesse come seconde asg
anche repliche di pistole ad aria compressa a ripetizione, che comunque non potranno essere usate simultaneamente
all’asg principale. Non è consentito portare al seguito parti di ricambio delle asg, il contravvenire a quanto sopra
descritto decreterà la squalifica del giocatore colto in fragrante.

lett. b. : Non è consentito, durante le fasi del gioco, avere al seguito materiale non omologato o qualsiasi altro oggetto
che non è collegato al funzionamento delle attrezzature di gioco pena la squalifica del giocatore colto in fragrante.
lett. c. : E’ vietato portare al seguito lame di dimensioni non consentite dalle vigenti leggi, pena la squalifica del
giocatore colto in fragrante.

lett. d. : E’ consentito l’uso di radio trasmittenti ai giocatori, purché in possesso delle relative autorizzazioni, o
attestando dietro autocertificazione di essere in possesso dei requisiti di legge necessari all’uso dell’attrezzatura, pena la
squalifica del giocatore colto in fragrante.

lett. e. : Si consente inoltre l’utilizzo di binocoli, bussole, rilevatori di calore, sistemi di navigazione satellitare o di
apparecchi per la visione notturna, purché consentiti dalle leggi vigenti, pena la squalifica del giocatore colto in
fragrante.

lett. f. : Non ci sono limiti da parte dei giocatori al rifornimento dei pallini (bb) , salvo che l’organizzazione non
comunichi nell’ Opord alle pattuglie partecipanti altre modalità .
lett. g. : Non è consentito l’aumento artigianale della capacità d’ogni singolo caricatore, i giocatori devono utilizzare i
caricatori originali d’ogni asg, o maggiorati dalla casa costruttrice e regolarmente in commercio pena la squalifica del
giocatore colto in fragrante.

lett. h. : L’abbigliamento è libero, ma non si possono però indossare gradi o stemmi, che possano in qualche modo
richiamare la gerarchia militare, né patch, mostrine e gradi dell’E.I. o d’altra forza armata attuale o passata, pena la
squalifica del giocatore in fragrante.

lett. i. : E’ consentito ad ogni squadra di portare al seguito massimo n. due (2) asg a ripetizione di scorta in più rispetto
al numero dei giocatori partecipanti, le pattuglie di incursori che non si atterrano a quanto specificato incorreranno nella
squalifica.

Art. 5.1 : Condizioni d’uso e trasporto delle ASG
lett. a. : Saranno identificate apposite aree al cui interno sarà possibile effettuare delle prove prima dell’inizio della
manifestazione.
lett. b. : Le asg saranno tenute, al di fuori dell’ AO di gioco, sempre in sicura, chi per imprudenza arrecherà danni a
cose, persone o animali esterni all’ AO od in aree non autorizzate, sarà squalificato dalla manifestazione.

lett. c. E’ consentito l’uso delle asg all’interno del campo gara nei modi previsti dalle leggi vigenti in materia e dal
presente Regolamento, pena la squalifica del giocatore in fragrante.

Art. 5.2 : Caratteristiche delle attrezzature di gioco
lett. a. : E’ obbligatorio l’uso delle asg regolarmente importate e autorizzate alla libera vendita dalla Commissione
Consuntiva del Ministero degli Interni. Non dovranno in nessun caso superare al “Test Asg” il valore 0.99 Joule, ed
essere idonee unicamente all’utilizzo di pallini con 6 millimetri di diametro, realizzati in teflon, materiale plastico o
biodegradabile.
VELOCITA' MASSIME ENTRO 0,99 JOULE
GR BB 0,15 0,17 0,19 0,20 0,22 0,23 0,24 0,25 0,26 0,27 0,28 0,29 0,30
MT/sec 114,9 107,9 102,1 99,49 94,86 92,78 90,82 88,99 87,26 85,63 84,09 82,62 81,24
lett. b. : Tutte le asg impegnate sul campo di gara, ( della Controinterdizione, dei Difensori di Postazione e delle singole
pattuglie di Incursori ), saranno testate prima dello svolgimento della Manifestazione, ma potranno essere testate anche
durante e dopo la fine della manifestazione, a discrezione dell’organizzazione o dello staff Arbitrale, o su esplicita e
motivata richiesta di un Responsabile di squadra partecipante alla Manifestazione al responsabile dell’organizzazione
Art. 5.3 : Uso protezione di sicurezza
lett. a. : Ogni giocatore, e gli Arbitri stessi, dovranno obbligatoriamente indossare durante tutta la durata della
manifestazione o sino ad esclusione dello stesso e al conseguente abbandono del campo di gioco, le protezioni di
sicurezza per gli occhi. E’ vivamente consigliato l’utilizzo delle protezioni Bocca/Viso, e nel caso di un loro mancato
utilizzo, l’operatore si assume in proprio ogni qualsiasi responsabilità, per eventuali danni che debba subire, mallevando
l’organizzazione e l’ASNWG da ogni responsabilità in merito.

lett. b. : Ai fini delle coperture assicurative chiunque non indossi la Maschera Integrale o le sostitutive protezioni, come
occhiali da Soft Air ( balistici ) e Paradenti, sarà escluso da eventuali rimborsi previsti dalla stessa per i relativi infortuni
lett. c. : E’ compito degli Arbitri allontanare con la penalità della squalifica, quei giocatori sorpresi senza le protezioni
obbligatorie, durante lo svolgersi della manifestazione.
lett. d. : Qualora un giocatore sia trovato sprovvisto di protezioni da un giocatore avversario, quest’ultimo, una volta
dichiarato ad alta voce “Sotto Tiro”, dovrà astenersi dall’azionare l’ASG.
.
TITOLO VI° FASE PRE-GIOCO E MODALITA’ TEST ASG
Art. 6 : Registrazione e Identificazione dei Giocatori
lett. a. : Ogni giocatore facente parte dell’Interdizione per la sua identificazione, dovrà essere munito del tesserino
associativo e di un documento d’identità valido.
lett. b. : I capi pattuglia dei Club partecipanti alla manifestazione dovranno presentarsi dagli organizzatori con il
modulo “Registrazione Atleti e Prova ASG” debitamente compilato nelle parti di loro spettanza.
lett. c. : Lo Staff Arbitrale dell’organizzazione controllerà gli elenchi compilati dalle squadre iscritte alla
manifestazione, compilando il modulo “Registrazione Atleti e Prova ASG” nelle parti di sua competenza.
lett. d. : Per motivi di sicurezza prima dell’infiltrazione dovranno essere, annotati dall’organizzazione i numeri
telefonici del Capo e del Vice-Capo pattuglia Incursori, mentre l’organizzazione deve mettere a disposizione delle
squadre partecipanti almeno due (2) telefoni cellulari per comunicazioni di estrema urgenza ed emergenza.
Art. 6.1 : Test ASG
lett. a. : L’Organizzazione della manifestazione dovrà provvedere a segnalare nell’Opord:
- Orario del Test Ufficiale per le asg usate dalle Pattuglie di Controinterdizione e dai Difensori di Postazione
- Orario del Test Ufficiale per le asg usate dalle squadre d’Interdizione.
- La marca e la grammatura dei pallini usati nel Test
- La marca ed il tipo di strumento usato per la misurazione delle asg.
lett. b. : Sarà concessa agli operatori la possibilità di provare le asg senza l’assegnazione di eventuali penalità,
solamente prima dell’orario stabilito nell’Opord per il Test Ufficiale asg

lett. c. : Le asg saranno testate presso un incaricato dell’organizzazione che segnalerà sull’apposita Tabella il risultato
del controllo. Un’ asg segnalata come Negativa sarà in regola con i parametri stabiliti dall’Art. 5.2 lett. a mentre
segnalata come Positiva risulterà non in regola e riceverà n° una ( 1 ) penalità Art. 12 lett. e.
lett. d. : L’asg non in regola sarà custodita dall’organizzazione per tutta la durata della manifestazione per impedirne
l’uso, sarà data comunque la possibilità di sostituire l’asg con un'altra che dovrà essere presentata al Test Ufficiale.

lett. e. : Tutte le asg impegnate sul campo di gara regolarmente testate saranno contrassegnate con apposita fascetta
dall’Organizzazione, la manomissione, la perdita o l’assenza di detto sistema di marcatura, riscontrato dagli arbitri
durante e dopo la gara, decreterà l’attribuzione di punti negativi, Art. 12 lett. s. Per non incorrere in penalità, la perdita
della fascetta dovrà essere immediatamente segnalata contattando l’Organizzazione (se irreperibile mandare un sms)
che individuerà la modalità più opportune per ritestare l’asg e provvedere di nuovo all’apposizione del sistema di
marcatura.
lett. f. : Nel caso la manifestazione inizi diverse ore dopo, le asg testate, dovranno essere depositate, divise per Team di
appartenenza, in apposito luogo riparato e sorvegliato fino all’inizio della manifestazione, momento in cui saranno
riconsegnate ai proprietari.
lett. g. : Se durante il Test a richiesta nello svolgimento della manifestazione o nel post-manifestazione, saranno
riscontrate una (1) o più asg, con parametri superiori a quelli stabiliti dall’Art. 5.2 lett. a, la pattuglia di Interdizione sarà
squalificata e le potranno essere comminate sanzioni amministrative e tecniche.
lett. h. : Se durante il Test a richiesta durante lo svolgimento della manifestazione, l’ASG di un (1) operatore della
Controinterdizione risulta avere parametri superiori a quelli stabiliti dall’Art. 5.2 lett. a, sarà allontanato dalla
manifestazione e la penalità assegnata alla pattuglia di Interdizione annullata.
lett. i. : Se durante il Test a richiesta durante lo svolgimento della manifestazione, l’ASG di un (1) Difensore di
Postazione risulta avere parametri superiori a quelli stabiliti dall’Art. 5.2 lett. a, sarà allontanato dalla manifestazione e
l’Obj sarà assegnato al 100% alla pattuglia di Interdizione ingaggiata.
lett. j. : Se gli operatori di Controinterdizione o i Difensori di Postazione trovati con due (2) o più ASG con parametri
superiori a quelli stabiliti dall’Art. 5.2 lett. a, sono appartenenti ad una singola Associazione la stessa sarà passibile di
sanzioni amministrative e tecniche.

Art. 6.2 : Briefing pre-gara e inizio Manifestazione
lett. a. : Prima dell’inizio della manifestazione l’organizzazione prevederà un briefing ai componenti della pattuglia di
Interdizione, per discutere i dati significativi della manifestazione che si apprestano ad iniziare.
lett. b. : L’orario del briefing e gli operatori dell’Interdizione che vi potranno partecipare saranno indicati nell’Opord.
lett. c. : Il briefing si dovrà effettuare almeno un’ora prima dell’infiltrazione, salvo indicazioni diverse date
dall’organizzazione nell’Opord.
lett. d. : Il ritardo al briefing sarà penalizzato con punti negativi, senza ripetizione della parte eseguita Art. 12 lett. l.
lett. e. : Il ritardo all’Infiltrazione sarà penalizzato con punti negativi Art. 12 lett. m.
avatar
Re Artù

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 03.01.10
Età : 56
Località : Latina

http://www.camelot-latina.com

Torna in alto Andare in basso

TITOLO VII ° CORPO ARBITRALE E TABELLE ARBITRALI

Messaggio  Re Artù il Sab Lug 31, 2010 11:19 am

Art. 7 : Arbitri e Aiuti Arbitrali
lett. a. : L’Organizzazione della manifestazione agonistica deve prevedere e provvedere al Corpo Arbitrale se non
messo a disposizione dall’ASNWG. Gli Arbitri dovranno indossare una pettorina o una fascia colorata o qualsiasi altro
provvedimento che li renderà riconoscibili; sarà compito dell’Organizzazione comunicare nell’Opord alle pattuglie
partecipanti come riconoscerli.
lett. b. : Il corpo arbitrale sarà formato da Arbitri e Aiuti Arbitrali e avranno a loro disposizione:
- La Tabella Arbitrale Obj e la Tabella Arbitrale Contestazioni Obj, sugli Obj.
- La Tabella Arbitrale Contestazioni Controinterdizione, nelle Pattuglie di Controinterdizione.
- Fischietto : per la segnalazione di eventuali irregolarità.
- GPS : per la rilevazione ufficiale dell’orario di gara
lett. c. : Sugli Obj con Difensori di Postazione, vi dovrà essere minimo un (1) Arbitro non giocante, che avrà la
responsabilità dell’Obj e di tutto il personale presente su di esso. Sarà suo compito avvertire con un “fischio” per :
- La completa eliminazione dei Difensori di Postazione
- La completa eliminazione degli Attaccanti
- Il fine tempo della Finestra d’Attacco
- Una situazione tale che ritenga l’immediata sospensione del gioco di prioritaria importanza.
*Nelle Finali Nazionali è obbligatoria la presenza di n. 2 arbitri non giocanti.
lett. d. : In ogni pattuglia di Controinterdizione presente nell’AO l’Organizzazione deve provvedere e assegnare
minimo numero uno (1) Arbitro non giocante che avrà la responsabilità di giudicare tutti gli ingaggi. Sarà suo compito
avvertire con un “fischio” per :
- La completa eliminazione della Controinterdizione
- La completa eliminazione degli Incursori
- Una situazione tale che ritenga l’immediata sospensione del gioco di prioritaria importanza
*Nelle Finali Nazionali è obbligatoria la presenza di n. 2 Arbitri non giocanti.lett. e. : Il compito di dichiarare un giocatore colpito spetta solamente all’Arbitro e all’Aiuto Arbitrale sia sugli Obj
presenti nell’AO che sugli ingaggi con la Controinterdizione.
lett. f. : E’ facoltà dell’Arbitro se lo ritiene opportuno per una corretta valutazione dell’ingaggio, sentire il parere
dell’Aiuto Arbitrale e/o del personale della Controinterdizione o dei Difensori di Postazione impegnati nell’ingaggio.
Art. 7.1 : Arbitri e Aiuti Arbitrali nelle Finali Nazionali
lett. a. : Nel caso in cui un Comitato Regionale con un regolare Campionato agonistico organizzi la Finale Nazionale
e vi partecipi la squadra della propria Regione, tutto lo staff Arbitrale sarà fornito dai Comitati Regionali Nazionali
escluso il Comitato Regionale organizzatore.

Art. 7.2: Tabelle Arbitrali Obj e Tabelle delle Contestazioni
lett. a. : E’ compito dell’Organizzazione fornire allo staff Arbitrale sia nelle Manifestazioni Regionali che Nazionali :
-Tabelle Arbitrali Obj
- Tabelle Arbitrali Contestazioni Obj
- Tabelle Arbitrali Contestazioni Controinterdizione.
Dove poter annotare quanto è rilevato sugli Obj e negli ingaggi della Controinterdizione.
lett. b. : Tutte le Tabelle Arbitrali e le Tabelle Contestazioni sono i documenti ufficiali della manifestazione e devono
essere riempite scrupolosamente dallo staff Arbitrale in ogni sua parte e riconsegnate al responsabile
dell’organizzazione a fine manifestazione.
lett. c. : A fine ingaggio l’Arbitro dopo aver riportato il risultato chiamerà il responsabile della pattuglia Incursori che
prenderà nota di quanto riportato firmando nella apposita casella, in modo che poi non si possa dire che quanto rilevato
non e’ accaduto e che la pattuglia non ne era a conoscenza.
lett. d. : In ogni ingaggio l’Arbitro porrà la sua attenzione per rilevare se un giocatore dell’Interdizione, colpito da un
pallino non si dichiara tale. Quando accadrà e ne sarà inequivocabilmente certo, dichiarerà il giocatore o i giocatori
“COLPITI” e li allontanerà dallo scontro. A fine ingaggio annoterà le penalità riscontrate, sulla Scheda Punti Incursori e
sulla Tabella Arbitrale facendo firmare quanto riportato da un responsabile o dal Capo Pattuglia se presente.
lett. e. : In ogni ingaggio l’Arbitro porrà la sua attenzione per rilevare se un giocatore della Controinterdizione o dei
Difensori di Postazione, colpito da un pallino non si dichiara tale. Quando accadrà e ne sarà inequivocabilmente certo si
comporterà come indicato dagli Art. 9.2 lett. e. Art. 9.2 lett. f.
lett. f. : Le contestazioni valide saranno solo quelle riportate sulle Tabelle Arbitrali Contestazioni e firmate dallo staff
Arbitrale e dal responsabile della pattuglia.
TITOLO VIII ° MONITORAGGIO PUNTEGGI
Art. 8.1 : Schede Punti Incursori:
lett. a. : L’Organizzazione deve obbligatoriamente provvedere a consegnare da un minimo di quattro (4) a un massimo
di otto ( 8 ) Scheda Punti Incursori per ogni pattuglia di Interdizione, prima dell’inizio della manifestazione. Le Schede
Punti dovranno essere conservate e portate al seguito durante la manifestazione e mostrate allo staff Arbitrale, per la
punzonatura dei punteggi sia negativi che positivi.
lett. b. : Conservazione delle schede: Parte fondamentale di questo sistema di punteggio, è la perizia con cui le schede
sono custodite e trasportate, l’eventuale perdita comporterà l’attribuzione di un punteggio negativo Art. 12 lett. q.
Art. 8.2: Apparecchi di punzonatura:
lett. a. : Gli apparecchi di punzonatura per le schede devono essere predisposti dall’organizzazione e consegnati a tutti
gli Arbitri presenti sugli Obj e al seguito della Controinterdizione.
lett. b. : Validità punzonatura: Tutti gli scontri con la Controinterdizione o i punteggi ottenuti sugli Obj, che non
saranno punzonati sulla scheda non saranno ritenuti validi.
lett. c. : Calcolo Punteggi: I punteggi delle schede saranno calcolati alla loro consegna a fine missione dal responsabile
dell’organizzazione. La somma degli stessi e d’eventuali successivi punteggi previsti decreterà il totale. Le punzonature
degli Obj saranno valide solo dopo riscontro con le Tabelle Arbitrali Obj.
lett. d. : La manomissione di una Scheda Punti da parte della Pattuglia di Interdizione, comporterà la Squalifica dalla
Manifestazione Art. 12 lett. t.

avatar
Re Artù

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 03.01.10
Età : 56
Località : Latina

http://www.camelot-latina.com

Torna in alto Andare in basso

TITOLO IX° COMPORTAMENTO DEI GIOCATORI IMPEGNIATI IN UNA MANIFESTAZIONE

Messaggio  Re Artù il Sab Lug 31, 2010 11:30 am

Art. 9 : Il colpito
lett. a. : Un qualsiasi giocatore partecipante ad una manifestazione agonistica (dell’Interdizione o della
Controinterdizione o dei Difensori di Postazione) è considerato colpito e quindi impossibilitato a proseguire nell’azione,
quando è toccato da un pallino, che lo raggiunge in qualsiasi parte del corpo, buffetteria, attrezzatura o asg, anche se
questo è stato espulso da un’ asg amica (Blu su Blu).
lett. b. : Nel momento in cui un giocatore è toccato da un pallino (anche da fuoco amico) si deve ritenere colpito e
dichiararsi tale, gridando ad alta voce “COLPITO”. Chi non si attiene a questa fondamentale, regola sarà penalizzato
dallo staff Arbitrale, con l’attribuzione di punteggio negativo Art. 12 lett. b
lett. c. : Dichiaratosi “COLPITO” l’operatore alzando l’asg sopra la testa con entrambe le mani, dovrà ritirarsi ai
margini dell’area dove è avvenuto l’ingaggio o vicino all’arbitro, senza danneggiare con la sua presenza chi prosegue
nell’azione, i trasgressori incorreranno in penalità Art. 12 lett. i.
Art. 9.1 : Specifiche dell’Operatore dell’Interdizione
lett. a. : Il numero minimo, per rendere valido l’attacco ad un Obj tipo A-D-E-F è di n. tre (3) operatori.
lett. b. : Per particolari tipologie di esecuzione dell’Obj Tipo “E” possono prevedere che l’attacco o l’azione sia svolta
anche da solo n. due (2) operatori; l’organizzazione ha il compito di specificarlo nell’Opord o in fase di briefing pregara
.
lett. c. : La pattuglia, per motivi di sicurezza, non potrà frazionarsi in team che scenderanno al di sotto delle due (2)
unità. La pattuglia di due (2) unità dovrà agire con una distanza massima tra gli operatori che permetterà agli stessi
d’essere visibili tra loro ad occhio nudo. Operatori trovati singolarmente all’interno del campo comporteranno
l’attribuzione di punti negativi, Art. 12 lett. r.
lett. d. : Il giocatore dell’Interdizione durante tutta la manifestazione, dovrà avere un atteggiamento civile e improntato
al rispetto dello Staff Arbitrale e delle decisioni da loro prese, a chi non rispetta questa norma saranno assegnati punti
negativi. Art. 12 lett. i. nei casi di infrazione più gravi si potrà anche passare alla squalifica dell’operatore.
lett. e. : Il giocatore dell’Interdizione durante tutta la manifestazione dovrà avere un atteggiamento civile e improntato
al rispetto dell’avversario, a chi non rispetta questa norma saranno assegnati punti negativi Art. 12 lett. i., nei casi di
infrazione più gravi si potrà anche passare alla squalifica dell’ operatore.

lett. f. : Il giocatore dell’Interdizione colpito non deve in alcun modo comunicare informazioni ai compagni di squadra
ancora in gioco, pena la sua Squalifica e l’assegnazione alla pattuglia di punti penalità Art. 12 lett. i.
lett. g. : Ha la facoltà di parlare con lo Staff Arbitrale, rivolgendosi con modi civili e rispettosi, il Capo Pattuglia o un
Responsabile della Pattuglia in caso di sua assenza, pena l’assegnazione di punti penalità. Art. 12 lett. h.
lett. h. : La pattuglia di Incursori che senza nessun tipo di accorgimento difensivo areale a protezione, permette alla
Controinterdizione di sorprenderli, si vedrà assegnare la penalità di “Scoperta del Bivacco” Art. 12 lett. n.
lett. i. : Non è permesso alla pattuglia di Interdizione l’uso di mezzi motorizzati se non esplicitamente previsto e
regolamentato nelle modalità di funzionamento dall’organizzazione della manifestazione nell’Opord. Chi contravviene
a questa regola incorrerà nella squalifica dalla Manifestazione.
lett. j. : Si fa assoluto divieto all’Interdizione di usare fumogeni o altro materiale pirotecnico, se non autorizzato o
messo a disposizione dell’organizzazione della manifestazione. La Pattuglia che contravviene a questa regola sarà
squalificata.
lett. k. : Si fa assoluto divieto all’Interdizione di accendere fuochi nell’AO, se non autorizzati dall’organizzazione. La
Pattuglia che contravviene a questa regola sarà squalificata.
lett. l. : La penalità di “Non Classificato” vedi Art. 3 lett. f. del Regolamento per la Gestione delle Fasce Identificative
Ed. 01 Rev. 02 del 17.07.10 o la penalità di “Squalifica” durante la manifestazione o la “Non presentazione” dopo
regolare iscrizione alla manifestazione, escluderà la stessa dalla classifica, conteggiando però la pattuglia come presente
alla manifestazione, per l’attribuzione del punteggio medio nella stesura della classifica di fine Campionato Regionale
Art. 14.2 lett. b.

Art. 9.2 : Specifiche dei Difensori di Postazione e degli Operatori della Controinterdizione.
lett. a. : Nelle manifestazioni gli operatori della Controinterdizione e i Difensori di Postazione, devono avere a
disposizione asg a sufficienza per il regolare svolgimento della gara e garantire lo stesso volume di fuoco.
lett. b. : Ogni Difensore di Postazione e Operatore della Controinterdizione dovrà portare a termine l’ingaggio con le
singole squadre con la stessa asg con cui ha iniziato.
lett. c. : Se il Difensore di Postazione o l’Operatore della Controinterdizione finiscono i pallini a loro disposizione potrà
cambiare il caricatore, ma non l’asg.
lett. d. : Se il Difensore di Postazione o l’operatore della Controinterdizione esaurisce la batteria potrà cambiare la
batteria ma non l’asg.
lett. e. : Se un Difensore di Postazione non si dichiara ed è colto in fragrante dall’Arbitro, sarà dichiarato
immediatamente colpito insieme a tutti gli altri Difensori di Postazione, mentre la Pattuglia di Interdizione potrà
continuare la sua azione sull’Obj se ancora non terminata. Finita l’azione degli Incursori, l’arbitro procederà
all’identificazione personale dell’operatore che ha commesso la penalità e avvertirà l’organizzazione, che provvederà
alla sostituzione e al suo allontanamento dalla manifestazione.
lett. f. : Se un operatore della Controinterdizione non si dichiara ed è colto in fragrante dall’Arbitro, sarà dichiarato
immediatamente colpito insieme a tutti gli altri operatori della Controinterdizione. L’ Arbitro provvederà alla sua
identificazione personale avvertendo l’organizzazione, che provvederà alla sua sostituzione e al suo allontanamento
dalla manifestazione. Alla pattuglia di Interdizione l’Arbitro non assegnerà nessuna penalità.

lett. g. : L’influenza di una o più scorrettezze di un Difensore di Postazione od un operatore della Controinterdizione
sarà valutata dall’organizzazione a fine gara, ed all’atleta potranno essere comminate sanzioni tecniche ed
amministrative.
lett. h. : Ogni operatore impiegato nelle pattuglie di Controinterdizione e dei Difensori di Postazione, dovrà essere
riconoscibile tramite l’esposizione di una fascia di colore bianco al braccio o in caso di pioggia messa esternamente al
poncho all’altezza delle spalle, in modo che possa essere visibile.
lett. i. : La non esposizione od il suo mal posizionamento comporterà :
- L’ annullamento dell’ingaggio positivo con la Controinterdizione, se l’Interdizione sporgerà reclamo
all’Arbitro presente.
- La totale eliminazione dei Difensori di Postazione sull’Obj, se l’Interdizione sporgerà reclamo all’Arbitro
presente sull’Obj.

Art. 9.3 : Comportamento dei Difensori di Postazione
lett. a. : Sugli Obj Tipo A + C + D + E + F gli eventuali Difensori di Postazione non allertati hanno il compito di
sorvegliare l’Obj perchè d’interesse strategico, muovendosi liberamente in un raggio di 30 mt (da non intendersi in linea
d’aria ma calcolati sul terreno) dal centro dell’obbiettivo stesso. Il loro atteggiamento è vigile ma non aggressivo.
lett. b. : Sugli Obj Tipo A + D + E + F gli eventuali Difensori di Postazione se messi in allerta da avvistamenti certi e
inequivocabili cambieranno immediatamente il loro atteggiamento da vigile ad aggressivo ed ingaggeranno, se lo
ritengono opportuno, muovendosi liberamente oltre i trenta (30) mt entrando nella Zona di Rispetto.
lett. c . L’ingaggio positivo, all’interno della Zona di Rispetto, da parte dei Difensori di Postazione, senza che la
Pattuglia di Incursori abbia in atto una Finestra d’ingaggio validamente aperta, farà assegnare alla pattuglia la penalità
del Fuori Finestra Art. 4.3 lett. d.

lett. d. : Sugli Obj Tipo C gli eventuali Difensori di Postazione se messi in allerta da avvistamenti certi e inequivocabili
cambieranno immediatamente il loro atteggiamento da vigile ad aggressivo ed ingaggeranno, se lo ritengono opportuno,
muovendosi liberamente oltre i trenta (30) mt entrando nella Zona di Rispetto. L’ingaggio se positivo, sarà considerato
come se effettuato dalla Controinterdizione e l’Obj potrà essere nuovamente ricognito previo allontanamento dell’
Incursore.
Art. 9.4 : Comportamento della Controinterdizione
lett. a. : Le pattuglie di Controinterdizione dovranno essere sempre presenti e disseminate in tutta l’AO, dato che la
Pattuglia Ricognitiva deve operare in aree controllate da forze avversarie preponderanti
lett. b. : Le pattuglie di Controinterdizione, si muoveranno principalmente su carrabili e sentieri di una certa
importanza, o in zone dove l’organizzazione ritiene importante la loro vigilanza. Sarà l’organizzazione che predisporrà
anticipatamente il loro movimento, segnalando direttamente sul terreno o consegnando delle carte topografiche, l’ area
o il percorso a cui si dovranno attenere, tenendo un atteggiamento vigile ma non aggressivo. Potranno tendere
imboscate o compiere rastrellamenti con il consenso dell’organizzazione.
lett. c. : Se durante il loro procedere la pattuglia di Controinterdizione è messa in allerta da rumori o da avvistamenti,
cambierà il suo atteggiamento da non aggressivo ad aggressivo e uscendo dal percorso o dalla zona assegnata tenterà di
ingaggiare l’avversario.

lett. d. : L’atteggiamento della Controinterdizione dovrà essere sempre vigile ma non aggressivo e il loro movimento
intorno agli Obj Tipo A + D + E + F dovrà essere esterno alla Zona di Rispetto.
lett. e. : Sugli Obj Tipo A + D + E + F se la Controinterdizione in maniera certa e inequivocabile durante lo
svolgimento del suo compito è messa in allerta da rumori o da avvistamenti di uno o più Incursori presenti all’interno
della Zona di rispetto, cambierà il suo atteggiamento da vigile ad aggressivo ed ingaggiando potrà entrare nella Zona di
Rispetto e portarsi fino ad un massimo di 30 mt. dall’ Obj stesso.
lett. f . : L’ingaggio positivo, all’interno della Zona di Rispetto, da parte della Controinterdizione, senza che la
Pattuglia di Incursori abbia in atto una Finestra d’Attacco validamente aperta sull’ Obj, farà assegnare alla pattuglia di
Incursori la penalità del Fuori Finestra Art. 4.3 lett. e.

lett. g. : E’ escluso l’intervento della Controinterdizione se la squadra di interdizione ha l’ingaggio con i Difensori di
Postazione in atto o la Finestra di Attacco validamente aperta e si apprestano a muoversi. Nel caso questo avvenga l’Obj
sarà considerato conquistato dalla pattuglia di Interdizione.
lett. h. : Sugli Obj Tipo C, dove non sono previsti Difensori di Postazione, la Controinterdizione può transitare e/o
sostare a tempo indefinito, se lo ritengono opportuno.

lett. i. : La Controinterdizione potrà transitare ma tassativamente non sostare su gli Obj Tipo B posizionati nell’AO.
Art. 9.5 : Comportamento in un Ingaggio tra Controinterdizione e Incursori
lett. a. : La pattuglia di Incursori si deve ritenere agganciata dalla Controinterdizione, quando un (1) operatore, sia esso
degli Incursori o della Controinterdizione, e’ rimasto colpito (ingaggio valido). Se questo non accade può disimpegnarsi
dall’ingaggio e darsi alla fuga.
lett. b. : La pattuglia di Incursori dal momento che ha riportato un ingaggio valido potrà ridurre del 50% le penalità
inflitte dal Regolamento, se riuscirà ad eliminare tutti gli operatori della pattuglia di Controinterdizione Art. 12 lett. k.
L’ Arbitro presente darà a suo insindacabile giudizio un intervallo sufficiente, affinché lo scontro sia portato a termine,
trascorso il quale ne decreterà la fine e riporterà nella Scheda Punteggi degli Incursori il relativo risultato.

TITOLO X ° FASCE IDENTIFICATIVE
Art. 10 : Specifiche per le Fasce Identificative
lett. a. : Ad ogni pattuglia partecipante al Campionato Regionale saranno assegnate dieci (10) Fasce Identificative
numerate progressivamente da zero “0” a nove “9” e contraddistinte da due (2) diversi colori, come stabilito dal
“Regolamento per la Gestione delle Fasce Identificative ED 1 Rev.n° 2 del 17.07.10”. Ogni operatore della pattuglia
dovrà indossare al braccio 1 (una) delle dieci (10) Fasce per poter partecipare alla Manifestazione.
lett. b. : La pattuglia di Interdizione regolarmente iscritta alla manifestazione che per mala organizzazione,
superficialità o dimenticanza si presenta con un numero di Fasce Identificative tale da non poter far giocare il numero
minimo di operatori, come disposto dall’Art. 3, in virtù del fatto che in caso di infrazione lo staff Arbitrale, è impossibilitato ad identificare sia la pattuglia di appartenenza che l’operatore, potrà partecipare alla Manifestazione con
la penalità di “Non Classificato” come disposto dal Regolamento della Gestione delle Fasce Identificative Ed. 1 Rev. 2
del 17.07.10 Art .3 lett. e.

lett. c. : La pattuglia dovrà portarsi sempre al seguito, durante lo svolgimento della manifestazione, anche le Fasce
Identificative in esubero, in modo che gli operatori, in caso di smarrimento di una delle Fasce, possano immediatamente
sostituirla con una di riserva e possano continuare nella loro operatività.
lett. d. : Modalità di sostituzione della fascia:
- Se l’operatore che smarrisce la fascia è nella condizione di sostituirla subito, potrà riprendere subito il gioco;
- Se l’operatore che smarrisce la fascia non è nella condizione di sostituirla immediatamente dovrà fermarsi e
sospendersi temporaneamente dal gioco insieme al suo compagno, avvertire tempestivamente l’ organizzazione (se
irreperibile mandare un sms), e attendere che minimo 2 operatori della sua pattuglia lo raggiungano con la fascia
sostitutiva.
lett. e. : Terminate le Fasce Identificative da sostituire, chi smarrisce la Fascia dovrà ritenersi escluso dalla
manifestazione, dovrà avvertire tempestivamente l’organizzazione (se irreperibile mandare un sms) ed attendere
istruzioni per la sua esfiltrazione e per concordare l’eventuale modalità di rientro in pattuglia del suo compagno.
lett. f. : Se durante lo svolgimento della manifestazione un operatore sarà trovato senza Fascia Identificativa, e
l’organizzazione non è stata avvertita, questo comporterà l’attribuzione di punti penalità. Art. 12 lett. g.
lett. g. : Se durante lo svolgimento della manifestazione un operatore sarà trovato con la Fascia Identificativa non
posizionata nel modo corretto o la sua visibilità mascherata o impedita, questo comporterà l’attribuzione di punti
penalità. Art. 11.2. lett. g.
lett. h. : L’esfiltrazione anticipata dovuta a infortuni od altro, di qualsiasi operatore deve essere immediatamente
comunicata all’organizzazione (se irreperibile mandare un sms per dare l’ora certa) affinché l’operatore possa essere
recuperato. La Fascia Identificativa dell’operatore ritirato deve essere lasciata agli altri operatori in gioco. Gli operatori
che non esfiltrano con tale modalità saranno considerati, se intercettati, come ancora in gioco.
lett. i. : Se l’organizzazione lo ritiene utile od opportuno potrà esigere che tutti i Capi e Vicecapi Pattuglia dei Club
partecipanti indossino la fascia di uno stesso numero in modo da renderli facilmente identificabili allo Staff Arbitrale.
avatar
Re Artù

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 03.01.10
Età : 56
Località : Latina

http://www.camelot-latina.com

Torna in alto Andare in basso

TITOLO XI° ATTRIBUZIONE PUNTEGGI

Messaggio  Re Artù il Sab Lug 31, 2010 11:37 am

Art. 11 : Punteggi
lett. a. : Il punteggio finale della pattuglia di Incursori, sarà stabilito dalla somma dei punteggi acquisiti, tolte le penalità
accumulate, sul percorso di gioco dove si svolge la manifestazione.
lett. b. : I singoli operatori delle pattuglie di Controinterdizione eliminati da parte degli Incursori non assegnano nessun
tipo di punteggio.
lett. c. : Non vi è differenza, ai fini del punteggio, fra una pattuglia composta di otto (Cool giocatori ed una di numero
inferiore.
lett. d. : In caso di parità di punteggio a fine manifestazione, l’organizzazione prenderà come parametro per la
redazione della classifica, il tempo finale di esfiltrazione, calcolato sull’ultimo operatore che esfiltra nel punto indicato
dall’organizzazione nell’Opord.

Art. 11.1 : Gestione punteggi
lett. a. : L’Organizzazione per non permettere aiuti e interferenze, dovrà effettuare un debriefing con ogni singola
Pattuglia, appena giunta all’esfiltrazione, durante il quale :
- Ritirerà tutto il materiale raccolto durante la missione svolta della pattuglia Incursori.
- Ritirerà tutte le Schede Punti consegnate alla pattuglia Incursori.
- Ritirerà le Tabelle Recon compilate dalla pattuglia Incursori.
- Consegnerà i punteggi relativi a tutti gli Obj presenti nella manifestazione stabili dall’organizzazione
Discusse le eventuali contestazioni, sarà stilato il punteggio della gara. Sarà possibile discutere solamente le
contestazioni riportate per iscritto sulle Tabelle Contestazioni Obj e Tabelle Contestazioni Controinterdizione.
lett. b. : Dato che tutti i punteggi relativi ad ogni singola pattuglia saranno resi pubblici, non si dovrà predisporre
nessuna una busta sigillata con il punteggio da consegnare alle pattuglie di Incursori all’infiltrazione e da custodire per
tutta la manifestazione.

TITOLO XII° PUNTEGGI NEGATIVI
Art. 12 Distribuzione Punti Negativi alle Pattuglie di Incursori
lett. a. : Fuori Finestra: tanti punti negativi quanti erano quelli positivi previsti per l’Obj. Art. 4.4 lett. a-b-c-d-e-f.
lett. b. : Non dichiarato: penalità 400 punti negativi Art. n° 9 lett. b.
lett. c. : N° due (2) “Non Dichiarati” su stesso ingaggio : assegna la Squalificata dalla Manifestazione.
lett. d. : Somma di Penalità : l’assegnazione di quattro (4) penalità durante la manifestazione, per aver contravvenuto
all’Art. n° 9 lett. b., porterà la Squalifica dalla Manifestazione.
lett. e. : ASG over Joule: per ogni asg penalità 200 punti negativi Art. 6.1 lett. c.
lett. f. : ASG over Joule nel Test durante o nel post Manifestazione: una (1) asg con potenza superiore a quanto
indicato dall’Art. 5.2 lett a. aggiudicherà alla Squalificata dalla Manifestazione Art. 6.1 lett. g
lett. g. : Manomissione o non esposizione Fascia Identificativa: penalità 150 punti negativi Art. 10 lett. g.
lett. h. : Interferenza sulle decisioni Arbitrali : penalità 150 punti negativi. Art. 9.1 lett. g.
lett. i. : Comportamento incivile e antisportivo: 300 punti negativi. Art. 9 lett. c.- lett d. - lett e.- lett .f.
lett. j. : Ingaggio con la Controinterdizione perso: penalità 200 punti negativi.
lett. k. : Ingaggio con la Controinterdizione vinta: penalità 100 punti negativi. Art. 9.5 lett. b
lett. l. : Ritardo Briefing: 10 punti negativi ogni minuto (1) di ritardo, salvo giustificata causa. Art. 6.2 lett. d.
lett. m. : Ritardo Infiltrazione: 10 punti negativi ogni minuto (1) di ritardo, salvo giustificata causa. Art. 6.2 lett. e
lett. n. : Scoperta del Bivacco : penalità 300 punti negativi. Art. 9.1 lett. h.
lett. o. : Aiuto Cartografico di Navigazione: penalità 500 punti negativi ogni singolo aiuto.
lett. p. : Ritardo Esfiltrazione: penalità 50 punti negativi ogni minuto, su esfiltrazione ultimo operatore Art. 4.7 lett. c.
lett. q. : Non presentazione “Scheda Punti”: penalità 2.000 punti negativi, ogni scheda Art. 8.1 lett. b.
lett. r. : Operatori non in coppia: penalità 1000 punti negativi Art. 9.1 lett. c.
lett. s. : Marcatura ASG non presente: penalità 250 punti negativi Art. 6.1 lett. e
lett. t. : Manomissione della Scheda Punti: Squalificata della Pattuglia di Incursori Art. 8.2 lett. d.
TITOLO XIII° PUNTEGGI POSITIVI
Art. 13 : Distribuzione Punti positivi alle Pattuglie di Incursori
lett. a. : Punteggi Obj Tipo A + D + E + F : da 200 a 500 Punti, le modalità d’esecuzione per la conquista dovranno
essere segnalate sull’Opord.
- OBJ Acquisito come da descrizione 100%
- OBJ Acquisito ma non come da descrizione 60%
- OBJ attaccato ma non Acquisito 30%
lett. b. : Punteggi Obj Tipo B: 40 Punti per ogni wp correttamente riportato nelle modalità richieste.
lett. c. : Bonus Obj Tipo B : 100 Punti per aver riportato correttamente tutti i wp presenti nella manifestazione
lett. d. : Punteggi sugli Obj Tipo C. : da 200 a 500 Punti.
Obj tipo C1 Bersagli perimetrali: si procederà al conteggio del punteggio in percentuale (%)
- n ° 4 Bersagli riconosciuti 100%
- n ° 3 Bersagli riconosciuti 75%
- n ° 2 Bersagli riconosciuti 50%
- n ° 1 Bersaglio riconosciuto 25%
Obj Tipo C2 Report di Acquisizione: si procederà al conteggio del punteggio in percentuale (%) o a singolo report
intero (100%), in base alla trascrizione corretta delle specifiche tecniche e tattiche richieste nel Modulo Recon.
Obj Tipo C3: combinazione delle due modalità C1 e C2 sommate insieme.
avatar
Re Artù

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 03.01.10
Età : 56
Località : Latina

http://www.camelot-latina.com

Torna in alto Andare in basso

TITOLO XIV ° CAMPIONATO REGIONALE

Messaggio  Re Artù il Sab Lug 31, 2010 11:42 am

Art. 14 : Svolgimento Campionato Regionale.
lett. a. : Il Campionato Regionale si svolge nell’ arco di tempo di un biennio, e deve terminare per motivi organizzativi
entro i primi 2 fine settimana di Giugno.
lett. b. : Le Tappe Regionali dovranno essere organizzate possibilmente negli ultimi 2 fine settimana del mese.
lett. c. : Il “Coefficiente di Passaggio alle fasi Finali del Campionato Nazionale” viene calcolato in base al rapporto di
una (1) squadra ogni sei (6) iscritte al Campionato Nazionale, (es. da 6 a 11 squadre = 1 promossa, da 14 a 17 squadre =
2 promosse ecc..). Calcolati sul totale degli iscritti al Campionato al 31.12. dell’anno precedente alle Semifinali e Finali
Nazionali.

Art. 14.1 Quote d’iscrizione alle Tappe : saranno stabilite dal Direttivo Regionale di anno in anno.
Art. 14.2 : Punteggi acquisiti per la classifica Regionale:
lett. a. : Ai fini del punteggio, per la classifica Regionale o Nazionale, per ogni manifestazione si applicheranno i
seguenti valori:
1° Classificato 30,00
2° Classificato 25,00
3° Classificato 21,00
4° Classificato 18,00
5° Classificato 15,00
6° Classificato 13,00
A scalare -1 punto per ogni posizione in meno
In caso d’ex equo si attribuirà la media del posto in classifica ottenuto + quello subito successivo. La squadra seguente
sarà scalata di un posto per ogni squadra in ex aequo. Es. 2 squadre al 3° posto: (21,00+18,00)/2 = 19,5 pt. cadauna –
squadra successiva 5° posto in classifica.
lett. b. : L’Associazione organizzatrice della manifestazione ed alle squadre in aiuto sarà attribuito un punteggio pari
alla media dei punteggi ottenuti nelle manifestazioni partecipate, arrotondato per difetto al valore inferiore esistente
sulla tabella nell’Art. 14.2 lett. a.
Se l’Associazione ha al suo attivo solo l’organizzazione o l’aiuto ad una delle prove del Campionato, le saranno
attribuiti d’ufficio cinque (5) punti.
lett. c. : Nel caso in cui un’Associazione non si presenterà con i propri operatori a dare l’aiuto necessario a chi
Organizza la Manifestazione, come disposto dal calendario Regionale di Campionato, non gli sarà attribuito in aggiunta
il punteggio medio.

lett. d. : In caso di parità di punteggio a fine campionato saranno valutati come titoli di merito per la definizione della
classifica il numero di 1 (primi) posti ottenuti, poi di 2 (secondi) posti ottenuti e così via. In caso di successiva parità si
attribuirà un ex equo.
TITOLO XV ° FASI FINALI DEL CAMPIONATO NAZIONALE.
Art. 15 : Accesso a Semifinali/Finali e Organizzazione Fase Finale
lett. a. : Accedono direttamente alla Finale Nazionale, la squadra che ha raggiunto il miglior punteggio nella classifica
Regionale, nel caso in cui sia impossibilitata a partecipare accederà alla Finale la successiva.
lett. b. : Accedono alla Semifinale Nazionale le squadre che hanno raggiunto i migliori punteggi nella classifica
Regionale in base al rapporto di una (1) squadra ogni sei (6) iscritte al Campionato, tenendo presente quanto riportato
da Art. 14.2 lett. a.
lett. c. : Nella fase delle Semifinali Nazionali solo le prime tre (3) squadre che hanno raggiunto il miglior punteggio
potranno accedere alla Finale Nazionale.
lett. d. : I Comitati Regionali che provvederanno all’organizzazione di Semifinali Nazionali e/o Finali Nazionali
potranno far accedere alla Finale Nazionale solo la squadra che ha riportato il miglior punteggio nella Classifica
Regionale, nel caso in cui sia impossibilitata a partecipare accederà alla Finale la successiva.
lett. e. : Comitati con meno di sei (6) squadre iscritte al Campionato Regionale faranno accedere alla Finale Nazionale
solamente la squadra che ha riportato il miglior punteggio nella Classifica Regionale, nel caso in cui sia impossibilitata
a partecipare accederà alla Finale la successiva.
lett. f. : Nessuna ammissione di diritto a future Semifinali o Finali, sarà concessa a chi vince il Campionato Nazionale
ASNWG, ma dovrà iscriversi e partecipare al Campionato Regionale futuro.
lett. g. Si aggiudicherà al titolo di “CAMPIONE D’ITALIA” l’Associazione che nella Finale Nazionale ha riportato il
miglior punteggio.
Art. 15.1 : Organizzazione delle Manifestazioni Nazionali
lett. a. : L’Associazione o il Comitato che organizzerà Semifinali e Finali Nazionali, dovrà garantire gli standard di gara
richiesti dell’ASNWG e presenti sul Regolamento per un buon svolgimento delle stesse.
lett. b. : Entro almeno dodici (12) mesi dall’inizio della Manifestazione Nazionale, l’Associazione o il Comitato
organizzatore dovrà presentare, al Direttivo Nazionale, uno specificato Programma su cui saranno dettagliatamente
illustrate e descritte:
- AO destinata ad Ospitare la Manifestazione.
- Linee guida della Manifestazione
- Logistica per l’accoglienza dei partecipanti alla Manifestazione.
- Logistica per l’operatività in AO
- Risorse di personale, mezzi e strutture disponibili
- Costi e spese di gestione per l’organizzazione della Manifestazione.
lett. c. : Il Direttivo Nazionale dopo verifica di quanto richiesto nell’Art. 15.1 lett. b. si esprimerà ufficialmente
sull’assegnazione della Manifestazione Nazionale tramite comunicazione scritta e firmata, mettendo in evidenza i punti
dell’accordo preso.
lett. d. : Il Direttivo Nazionale o uno Staff Tecnico nominato da lui, ha il compito di vigilare sull’Organizzazione delle
Manifestazioni Nazionali, approvandone completamente l’operato. Mancando tale approvazione, l’Associazione o il
Comitato Organizzatore dovrà rivedere la sua posizione adeguandosi a quanto richiesto.
lett. e. : Il Direttivo Nazionale ha la possibilità di revocare in qualsiasi momento l’autorizzazione all’Associazione o al
Comitato organizzativo, se a suo parere mancano i requisiti per garantire la buona riuscita della manifestazione.
lett. d. : Le quote d’iscrizione alle Semifinali e Finali saranno stabilite dal C.D. Nazionale.
TITOLO XVI° GESTIONE DELLE CONTROVERSIE
Art. 16 : Giudizio Arbitrale
lett. a. : In caso di controversie fra atleti durante la fase di gioco, il giudizio degli arbitri è insindacabile.
lett. b. : Eventuali reclami verso decisioni o punteggi decretati dall’Organizzazione dovranno essere presentati tramite
posta elettronica dalla Squadra partecipante, all’Organizzazione della Manifestazione e al Presidente Regionale, entro
ventiquattro (24) ore dalla lettura della classifica. La Commissione Regionale, valuterà la contestazione e si dovrà
esprimere entro quindici (15) giorni dalla data di presentazione del ricorso. La classifica sarà sospesa fino alla delibera
di Commissione Regionale.
lett. c. : Se la controversia non è contemplata sul presente regolamento, dovrà essere richiesto il parere del Direttivo
Nazionale. La classifica sarà sospesa fino alla delibera del Direttivo Nazionale che dovrà avvenire quindici (15) giorni
dopo il ricevimento della comunicazione.

lett. d. : Eventuali errori di addizione o trascrizione potranno essere contestati entro il terzo (3) giorno dalla data di
svolgimento della manifestazione, tramite posta elettronica dalla Squadra partecipante, all’Organizzazione della
Manifestazione e al Presidente Regionale.

lett. e. : I reclami relativi alle fasi di gioco saranno accettati e valutati solo se riportati nelle rispettive Tabelle Arbitrali
Contestazioni.
avatar
Re Artù

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 03.01.10
Età : 56
Località : Latina

http://www.camelot-latina.com

Torna in alto Andare in basso

TITOLO XVII ° NORME GENERALI

Messaggio  Re Artù il Sab Lug 31, 2010 11:48 am

Art. 17 : Compiti delle Squadre
lett. a. : Ogni squadra dovrà comunicare l’elenco dei nominativi dei partecipanti al torneo e il numero di tessera
associativa, riempiendo e consegnando al Responsabile dell’Organizzazione il modulo “Registrazione Atleti e Prova
ASG” allegato al presente Regolamento.
lett. b. : Le squadre che partecipano alla manifestazione una volta stabilite le date e gli orari dell’inizio, dovranno
rispettare gli orari stessi e le scadenze fissate, pena l’attribuzione di punti negativi o, dove sia impossibile attendere, la
squalifica dalla Manifestazione.
lett. c. : Ogni squadra ha il dovere di presentare, qualora vi sia la necessità, la propria documentazione identificativa.
lett. d. : Le squadre che intendono partecipare ai tornei ASNWG Regionali o Nazionali, dovranno dare la loro adesione
entro e non oltre il ventesimo (20) giorno prima dell’inizio della manifestazione, versando un anticipo
all’Organizzazione della Manifestazione di € cinquanta (50) per le Manifestazioni Regionali e di € cento (100) per
quelle Nazionali, che non saranno restituite in caso di mancata partecipazione al torneo stesso (salvo giustificata causa
di forza maggiore).
lett. e. : Per considerarsi definitivamente iscritti alla manifestazione si dovrà saldare l’intera quota di partecipazione
entro e non oltre una settimana dalla data dell’evento, salvo indicazioni diverse dell’Organizzazione.
lett. f. : Per quanto non espresso si rimanda al parere del Consiglio Direttivo Nazionale.
Art. 17.1 : Principi Generali organizzativi nelle Manifestazioni agonistiche
lett. a. : Le associazioni o il Comitato che organizza delle Manifestazioni agonistiche devono, provvedere al servizio di
Pronto Soccorso, nell’AO dove si svolge la Manifestazione.
lett. b. : Le associazioni o il Comitato che organizza delle Manifestazioni agonistiche devono comunicare alle Forze
dell’Ordine, i dati necessari richiesti per avere il “nullaosta” allo svolgimento del torneo.
lett. c. : Le associazioni o il Comitato che organizza delle Manifestazioni agonistiche, devono segnalare lungo il
perimetro dell’AO la presenza della manifestazione, con cartelli ben visibili indicanti i giorni e l’ora in cui si svolge .
Se questo non basterà potrà prendere anche altri accorgimenti, in modo che chi non prende parte alla Manifestazione si
possa rendere conto dell’attività svolta. Se nonostante questo all’interno dell’AO si notasse la presenza di personale
esterno alla Manifestazione e/o il transito o la sosta di mezzi, tutti i partecipanti staranno ben attenti a non mettere a
repentaglio l’incolumità altrui che non indossa le dotazioni di sicurezza e avvertiranno immediatamente
l’Organizzazione.
lett. d. : Le associazioni che organizzano delle Manifestazioni agonistiche devono inviare un plico a tutte le squadre
partecipanti contenete gli Ordini di Missione (Opord) entro il quindicesimo (15) giorno dall’inizio del torneo, esso
dovrà contenere:
- La carta CTR o IGM COMPLETA dell’Area di gioco,
- Orario del Test ASG Ufficiale,
- Orario Briefing, Infiltrazione
- Orario Esfiltrazione minimo e massimo
- Le indicazioni di come arrivare al parcheggio della Manifestazione
- Le specifiche di missione.

lett. e. : Gli Organizzatori se lo ritengono necessario per il buon svolgimento della missione non sono tenuti ad indicare
nell’Opord, tramite coordinate geografiche, la posizione degli Obj. Questa tipologia di gioco può non permettere di
fornire nessun tipo d’informazione sulla dislocazione degli Obj antecedentemente all’entrata nell’AO perché nocerebbe
allo svolgimento della competizione stessa.
lett. f. : In tutte le Manifestazioni, l’Organizzazione deve garantire la massima copertura radio possibile specialmente
sugli Obj eseguendo delle prove tecniche e stabilire delle frequenze di trasmissione indicandole nell’Opord dove le
pattuglie d’Incursori in gioco potranno entrare in contatto con l’Organizzazione.
lett. g. : Prima dello svolgimento della Manifestazione l’Organizzazione deve tenere un briefing, almeno un (1) ora
prima dell’inizio gara, dove saranno fornite le delucidazioni sullo svolgimento del torneo.
lett. h. : L’Organizzazione dovrà tenere un debriefing, ogni qual volta una squadra Incursori esfiltra per fine missione,
dove sarà valutata tutta l’operatività, tramite il riscontro delle Schede Punteggio, Modulo Recon, ed eventuale altro
materiale sia cartaceo o di altro tipo da consegnare all’Organizzazione per la determinazione del punteggio finale. In
questa sede il Responsabile della squadra Incursori riporterà le eventuali irregolarità riscontrate e farà presente
all’Organizzazione se vi sono contestazioni annotate nelle Tabelle Arbitrali.

lett. i. : L’Organizzazione della Manifestazione visti e controllate tutte le Tabelle Arbitrali a fine gara ha obbligo di
rendere pubblica la classifica e i punteggi totalizzati da tutte le Squadre entro e non oltre tre (3) ore dalla fine del
debriefing con ultima squadra.
lett. j. : L’inosservanza di una o più regole sopra menzionate potrà comportare l’annullamento della validità della prova
se valutata lesiva al risultato finale della Manifestazione. Per l’annullamento si dovrà presentare ricorso scritto tramite
mail al Presidente Regionale che l’ inoltrerà alla Commissione Regionale se manifestazione Regionale oppure se
Manifestazione Nazionale al Presidente Nazionale, che la inoltrerà al Direttivo Nazionale.
lett. k. : I ricorsi alle fasi pre-gioco dovranno essere presentati entro sette (7) giorni, dall’ inizio della manifestazione
tramite posta elettronica dalla Squadra partecipante, all’Organizzazione della Manifestazione e al Presidente Regionale.
lett. l. : L’accettazione del ricorso di annullamento comporterà ai fini delle classifiche Regionali la non acquisizione di
punteggio. Alla squadra organizzatrice sarà assegnato, a fine campionato, un punteggio negativo pari alla media dei
punteggi ottenuti nelle manifestazioni partecipate arrotondato per difetto al valore inferiore esistente sulla tabella di cui all’Art. 14.2 lett. a. L’organizzazione del torneo sarà tenuta alla restituzione del 50% della quota d’iscrizione alle
squadre partecipanti.
Art. 17.2 : Passaggi di squadra degli atleti
lett. a. : Terminati i Campionati Regionali, non sono ammessi passaggi o prestiti di Atleti ad Associazioni che dovranno
disputare le fasi si Semifinali e Finali Nazionali, l’associazione che non si atterrà a questa regola sarà penalizzata con la
squalifica.

lett. b. : Gli atleti potranno essere dati in prestito o ceduti ad altra Associazione comunicando preventivamente alla
Segreteria Nazionale il relativo passaggio.
lett. c. : L’atleta potrà essere dato in prestito o ceduto ma dovrà essere tesserato anche con la nuova Associazione con
cui giocherà pena la squalifica della Squadra dalle gare alle quali ha preso parte.
lett. d. : Il prestito di un atleta sarà limitato ad un massimo di due competizioni e ad una sola Società ogni anno solare.
lett. e. : La cessione, limitata ad un passaggio d’Associazione ogni anno solare, comporterà il non poter più gareggiare
nelle file dell’Associazione di provenienza per il campionato in corso.
lett. f. : Se il tesserato non è dato in prestito o ceduto con il consenso dell’Associazione di provenienza, lo stesso sarà
interdetto dalle Manifestazioni di Campionato fino al termine del Campionato in corso.
lett. g. : Con il nuovo tesseramento dovrà essere presentato il “nullaosta” dell’Associazione di provenienza, per tutelare
l’Associazione che ha provveduto alla crescita tecnica dell’atleta e all’esperienza trasmessa nel periodo d’appartenenza
alla stessa.
lett. h. : Nel caso in cui l’atleta vorrà svincolarsi dall’Associazione d’appartenenza (per cambio Associazione o
costituzione nuova Associazione) senza “nullaosta” dovrà attendere il termine del Campionato in corso, per tutelare
l’Associazione che ha provveduto alla crescita tecnica dell’atleta e all’esperienza trasmessa nel periodo d’appartenenza
alla stessa.
lett. i. : Se un’Associazione cessa la sua esistenza gli atleti rimasti disimpegnati a livello sportivo, saranno liberi di
accordarsi con qualsiasi Associazione per il prosieguo della loro carriera sportiva.
lett. j. : E’ data autonomia ai Direttivi Regionali la possibilità di accettare la possibilità di far presentare due (2)
Associazioni riunite in una sola squadra per la partecipazione al Campionato Regionale. Le necessità di accorpamento
dovranno essere ampiamente motivate e approvate dal Consiglio Direttivo Regionale.
Art. 17.3 : Ricognizioni nei campi di gioco
lett. a. : Nelle Manifestazioni dei Campionati Regionali non è possibile effettuare ricognizioni dell’AO nelle
settantadue (72) ore precedenti l’infiltrazione, pena la squalifica .
lett. b. : Nelle Manifestazioni Nazionali non è possibile effettuare ricognizioni dell’AO trenta (30) giorni precedenti
l’infiltrazione, pena la squalifica.

lett. c. : Il collegio dei probi viri potrà comminare sanzioni amministrative e/o disciplinari ai trasgressori dei precedenti
commi a,b,c,d previa denuncia da parte dell’Organizzazione della Manifestazione stessa.
avatar
Re Artù

Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 03.01.10
Età : 56
Località : Latina

http://www.camelot-latina.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Regolamento Manifestazioni a PATTUGLIA RICOGNITIVA 01/07/2010

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum